Il metodo 4-7-8 per addormentarsi in meno di un minuto: funziona?

Il metodo 4-7-8 per addormentarsi

Secondo gli studi di un dottore statunitense, esisterebbe un metodo per addormentarsi in meno di un minuto. Per le nostre lettrici che soffrono d’insonnia, potrebbe sembrare troppo bello per essere vero, ma a quanto la tecnica sta facendo, negli ultimi mesi, il giro del web e pare proprio che funzioni. Il medico che ha condotto la ricerca si chiama Andrew Weill, e la sua tecnica richiede pochi secondi di respirazione controllata che, stando a quanto affermato, ci farebbero cadere in un delizioso, meritatissimo sonno. Scopriamo insieme in che cosa consiste il metodo 4-7-8 di Andrew Weill, e come funziona per aiutarci a dormire.

Il metodo 4-7-8

Se le nostre notti in bianco stanno rovinando la nostra produttività e mandano in fumo tutti i nostri buoni propositi per l’anno a venire, forse è giunto il momento di trovare soluzioni pratiche per andare a letto e non trascorrere la notte a fissare il soffitto. Giunge così in nostro soccorso il metodo del dottore Weill, il 4-7-8 che promette di farci dormire in meno di un minuto. Ecco come:

  1. Fase 1: prendiamo un grande respiro e, senza fretta, espiriamo
  2. Inspiriamo con la bocca chiusa, contando mentalmente fino a 4
  3. Tratteniamo il respiro per 7 secondi
  4. Espiriamo contando fino a 8 nella nostra mente
  5. Questa tecnica va ripetuta anche 3 volte

Questa tecnica di respirazione controllata aiuta a placare lo stress, ridurre l’ansia e soprattutto provoca un immediato rilassamento della mente e del corpo che concilierà il nostro anelato riposo. La tecnica 4-7-8- si basa sul controllo ritmico del respiro attraverso i numeri. La quantità di ossigeno che attraversa il corpo ha un effetto lenitivo e rilassante sul sistema nervoso parasimpatico. Stando al dottore, questo metodo provoca subito un allontanamento dei pensieri negativi che ci tengono svegli di notte. Come ogni tecnica per dormire, il metodo 4-7-8 non è un sistema infallibile, e potrebbe richiedere tempo per innescare in noi il giusto meccanismo di rilassamento. Il medico consiglia di tentare il metodo almeno due volte al giorno per un periodo di diverse settimane, in maniera tale da massimizzare l’effetto della respirazione controllata. Questa tecnica funziona anche da calmante nel momento in cui dovessimo essere colpite da un brutto attacco di ansia, di panico o di stress.