Congelare il brodo: ecco come farlo al meglio

Come congelare il brodo

Uno dei metodi più efficaci per avere una cenetta leggera sempre a portata di mano è quello di congelare il brodo fatto in casa. Contrariamente a quanto si pensi, infatti, il brodo può essere congelato e consumato in seguito per poterlo gustare proprio quando ne abbiamo più voglia. Come qualsiasi preparazione a base di carne o pesce, il brodo può essere riposto in congelatore e conservato fino a una durata complessiva di 3 mesi.

Come congelare il brodo al meglio

Il metodo più efficace e sicuro di congelare il brodo è quello di riporlo in contenitori in plastica o vetro senza riempirli del tutto. Il volume del liquido potrebbe infatti, in fase di congelamento, spaccare il contenitore e provocare qualche piccolo danno al freezer. In conclusione, è caldamente consigliato di riempire solo per ¾ il recipiente.

Per quanto riguarda il brodo vegetale, ma anche il brodo di carne, possiamo organizzare uno spazio apposito in frigorifero seguendo queste indicazioni:

  • Riempiamo il contenitore solo fino a ¾, inde evitare che il congelamento ne provochi la rottura;
  • Utilizziamo contenitori delle dimensioni che si avvicinano il più possibile alla quantità di brodo che solitamente consumiamo in un pasto;
  • Etichettiamo i contenitori in maniera tale da sapere sempre: data di congelamento e tipologia di brodo che abbiamo scelto.

Scongelare il brodo in maniera ottimale

Ora che abbiamo la nostra porzione di brodo opportunamente congelata ed etichettata, cerchiamo di capire insieme come scongelarla in maniera che conservi tutte le sue proprietà organolettiche. Evitiamo di lasciar scongelare il brodo nel lavandino, a temperatura ambiente, per il tempo necessario: è il metodo infatti che produce più batteri e microbi. Optiamo invece per uno scongelamento più lento in frigorifero (ci vorranno almeno 12 ore) oppure in microonde. È altrettanto possibile congelare il brodo direttamente in cottura, inserendo il blocco congelato nella pentola calda. Il brodo scongelato va consumato in giornata.

Cubetti di brodo per insaporire ogni pietanza

Un’altra idea furba per conservare piccolissime porzioni di brodo che siano sempre a disposizione è quella di riempire le formine per il ghiaccio con il brodo. In questo modo, tutte le volte che avremo bisogno della sua fragranza avremo a disposizione una piccola quantità di brodo per insaporire le nostre pietanze con il gusto del brodo fatto in casa. Il brodo è inoltre utilissimo per ammorbidire la carne dello spezzatino. Attenzione però a segnalare queste formine: capita spesso che vengano scambiate per semplice ghiaccio e, immancabilmente, rovinino qualche drink!