Yogurt: tipologie, quali preferire e come prepararlo in casa

Yogurt: tipologie, quali preferire e come prepararlo in casa

Lo yogurt è un alimento cardine della nostra alimentazione: è ricco di proteine, probiotici, lattobacilli e mille altre virtù ideali a soddisfare, insieme ad una alimentazione complementare, il fabbisogno quotidiano di nutrienti. Esistono almeno 25 tipologie differenti di yogurt, e a volte scegliere quella giusta per la nostra salute potrebbe risultare una piccola impresa.

Come individuare un vero Yogurt

Per capire se ci troviamo davanti ad un vero yogurt e non ad una imitazione, dobbiamo verificare alcuni particolari sulla confezione:

  1. La denominazione commerciale dev’essere “yogurt”. In giro ci sono moltissime varierà di latte fermentato senza lattobacilli che non corrispondono alla definizione tradizionale del prodotto. Quando possibile, verificate che ci sia un’indicazione dell’alto numero di lattobacilli, circa 100 milioni per grammo.
  2. Verificare la data di scadenza e scegliere il prodotto che scade più tardi, in maniera da garantirsi un buon numero di lattobacilli al momento del consumo.
  3. Il sapore dev’essere più vicino al dolce che all’acido, verificando naturalmente anche il contenuto “artificiale” di zuccheri che potrebbero camuffare uno yogurt diversamente molto acido. Più è dolce, più lattobacilli potrebbe contenere.

Tipi di yogurt

Esistono molti tipi di yogurt, ricchi di fermenti probiotici, ovvero batteri vivi capaci di resistere all’acido gastrico e di regolare la flora intestinale. Lo yogurt varia in tipologia sulla base della filtrazione che subisce in fase di preparazione: i più densi, come lo yogurt greco, hanno una consistenza più cremosa e privata dal siero. Sono ideali per chi non è tollerante al lattosio e, nella variante a basso contenuto di grassi, per uno spuntino leggero, che dà sazietà e soprattutto fa bene.

Come preparare in casa lo yogurt

INGREDIENTI: 1 litro di latte fresco intero, un vasetto di yogurt intero da 125 grammi, oppure kefir o fermenti lattici liofilizzati.

PREPARAZIONE: Mettiamo il latte in un pentolino antiaderente e facciamolo riscaldare senza che superi mai i 40°C. Eliminiamo la patina di latte che si forma e prepariamo i vasetti dove conserveremo lo yogurt, aggiungendo lo yogurt naturale e il latte caldo. Mescoliamo bene. Dopo aver sigillato i vasetti, copriamoli e lasciamoli riposare per circa 8 ore in un luogo caldo. Una volta che lo yogurt si è formato, riponiamolo in frigo per almeno 24 ore prima di consumare. Questo yogurt dalla semplicissima preparazione scade in una settimana. Il latte UHT non deve bollire poiché già privo di batteri.