Cambio di stagione: come fare e come organizzare gli spazi nell’armadio

Cambio di stagione: come fare e come organizzare gli spazi nell’armadio

L’estate sta per finire, l’autunno è alle porte e, con esso, anche il fatidico e temutissimo cambio di stagione. Invece di guardare a quest’avvenimento come una scocciatura però, coglietelo come un’occasione per riorganizzare al meglio il vostro armadio e ordinare i vostri abiti per l’inverno. Ecco come fare!

Prima regola: pulizia!

La prima cosa che bisogna fare quando si è in procinto di affrontare un cambio di stagione è armarsi di tanta pazienza – ma anche voglia di affrontare il nuovo periodo con una marcia in più. Per questo è buono partire con il piede giusto, organizzando l’armadio di modo che la mattina, aprendolo, riusciamo a trovare con facilità i capi che possono servirci durante la giornata. Qual è la prima cosa da fare? Innanzitutto bisogna levare tutti gli indumenti che appartengono alla stagione precedente e che non abbiamo intenzione di utilizzare per qualche mese, così da fare spazio. Poi approfittatene per pulire al meglio ante e cassetti: i vostri vestiti così saranno riposti in un ambiente profumato e accogliente, e non rischiano di sporcarsi – o peggio, rovinarsi – prima del tempo.

Un modo semplice, pratico e veloce per sistemare l’armadio, è dotarsi di contenitori, nei quali riporre magliette, vestiti o accessori che non entrano nei cassetti o non possono stare appesi. Le scatole sono un ottimo stratagemma ad esempio per riporre sciarpe, cappelli, collane e maglioni troppo ingombranti e che non sappiamo dove mettere senza farli rovinare. Per maggiore semplicità, è consigliabile scrivere sul contenitore cosa contiene, di modo da trovare immediatamente ciò che si va a cercare.

I vestiti? Metteteli in ordine

Una cosa non trascurabile durante il cambio di stagione, è anche la posizione degli abiti. Un modo pratico e veloce per trovare subito gli indumenti che ci interessano, è dividerli sia nelle ante sia nei cassetti. Ad esempio è comodo sistemare tutti i cappotti da un lato, le giacche dall’altro, e le camicie, le gonne e i vestiti a parte. Trovate anche il modo di separare i maglioni dalle magliette, e i pantaloni eleganti – che usate di più in ufficio – da quelli per tutti i giorni. Ovviamente non c’è una regola ben precisa, e ognuno è libero di ordinare i propri abiti nel mondo che più gli è congeniale (anche se questo è il trucco più usato). Per finire, usate a piacimento i sacchetti profumati nei cassetti e tra la biancheria.