Cottura al vapore: consigli e proprietà

Cottura al vapore: consigli e proprietà

La cottura al vapore permette agli alimenti di conservare tutte le loro proprietà organolettiche e il gusto naturale. Questo tipo di cottura permette alla verdura (ma non solo) di non entrare in contatto con grassi che possano inficiare in qualche modo gli elevati benefici che avrebbero per la nostra salute, impedendo inoltre l’inevitabile dispersione in acqua di cottura di sali minerali e vitamine.

Ecco perché la cottura al vapore è così importante: ci aiuterà a ricavare il massimo dalla verdura che mangiamo, lasciando intatto il valore nutrizionale di ogni alimento. I cibi cotti al vapore mantengono un sapore più deciso e più ricco, aiutandoci anche a ridurre l’apporto di sale o grassi per insaporire.

Un altro punto a favore della cottura al vapore sono i tempi: oltre a poter impilare diversi cestelli uno sopra all’altro cuocendo più tipi di verdure contemporaneamente, non occorrono più di 15 minuti di esposizione al vapore per ottenere il risultato ideale.

Consigli per una cottura al vapore deliziosa

  1. Se non vogliamo contaminare le proprietà organolettiche della verdura, possiamo però invece aromatizzare l’acqua di cottura. Aggiungiamo spezie o erbe aromatiche per dare il nostro tocco magico a ogni contorno. Per un sapore ancora più deciso, invece, possiamo decidere di utilizzare brodo vegetale al posto dell’acqua.
  2. Non è necessario salare la verdura prima della cottura al vapore: stingerebbe e acquisirebbe una colorazione poco gradevole. Saliamo eventualmente dopo.
  3. Il cibo cotto al vapore è più digeribile di quello cotto nell’acqua bollente, dove vitamine e Sali si disperderanno con la scolatura.
  4. Per cuocere al vapore possiamo adoperare una classica vaporiera elettrica a più piani, cuocendo dunque diverse verdure alla volta, oppure con una pentola con un fondo d’acqua e un particolare vassoio forato disponibile in tutti i supermercati. È importante fare attenzione che l’acqua non arrivi mai a toccare la pietanza!
  5. L’acqua della cottura al vapore, una volta adeguatamente raffreddata, può essere utilizzata per annaffiare le piante del vostro giardino o dell’orto sul balcone, oppure per la cottura di altri alimenti.